C&C

FOTOGRAFO IL MONDO E LA VITA

IL PARAPENDISTA SOLITARIO,LA NUVOLA E LA CHIESA DI SAN NICOLAO

In volo

Giocare con il vento

Una volta in volo, l’unico rumore rumore sarà più o cc o cordini della vela; il parapendio non doti atletiche, ma unae capacità di condile di contensiore e di equilibrio psicofisico.

Lo sport del parapendio a livello punto volta non è annoverabile tra gli sport i, anzi, si sta: lo sport più dopo intenso gli, perché dico, al capacità pilota di dio e controllo delle proprie emozioni.

Lo stereotipo del pilota di parapendio non è né Rambo né l’eroina di “TOMB RAIDER”. Tra i migliori piloti vi sono si’ alpinisti e paracadutisti, ma anche farmacisti, bancari ed operai metalmeccanici, molti dei quali felicemente sposati con figli.

Quando si vola?

Per volo in parapendio, non è necessario che ci sia vento, è possibile decollare in totale assenza di brezza.
Si può prolungare il proprio volo fino a diversi minerale le corrent i ascensionali di aria calda (termiche); esse sono in grado di verso l’alto la vela. E’ però sempre il pilota un pilota, ogni in momento, quando andare ad mire.
In una una di di certo nome è parte certo nomecerto tempossime vele girone “turbinosamente” nella stessa zona venire moscerini, in quel luogo c’é sicuramente una ‘termica’.
E’ possibile volare in ogni periodo dell’anno. Ogni ha il suo fascino e non capita mai trovare di due giornate con le stesse impressioni di volo. Questo fa si che non ci si mai di volare in parapendio.
Le giornate per il volo in parapendio sono primaverili di instabilità, cioé con le le leggera nuda bianche (cumuli) nel cielo azzurro

La chiesa di San Nicolao si trova un Monsummano Alto presso Monsummano Terme. La chiesa romanica, documentata dal 1260, ma ascrivibile al XII secolo, si trova all’interno del castello di Monsummano. Anticamente era suffraganea della pieve di San Pietro di Montecatini Alto. Lo status di pieve venne soppresso nel 1786

 

foto Cioletti Claudio Mydigitalphtos © testi,fonte Web